Ieri, domenica 21 Novembre, in occasione della “Giornata Nazionale Dell’Albero”, il Rugby Colorno ha radunato genitori, nonni e bambini per l’appuntamento annuale “Un Albero Per La Vita”, iniziativa del progetto METICA lanciata tre anni fa e orientata alla piantumazione di un alberello per ogni nuovo nato all’interno della Rugby Colorno Family dal 2018 ad oggi.

Tre giocatori della prima squadra HBS Colorno, un allenatore, nonni e mamme dei bimbi del minirugby hanno partecipato all’evento organizzato presso il centro sportivo di Via Ferrari. Sono stati proprio i genitori dei nuovi nati ad occuparsi della piantumazione dell’alberello, coordinati nelle operazioni dall’immancabile consigliere comunale con delega all’ambiente Maurizio Segnatelli.

Grazie alle nuove adesioni sono saliti da 20 a 29 gli alberelli che abbelliscono oggi il centro sportivo Biancorosso, quasi tutti ornielli simbolo non solo del Comune di Colorno ma anche del club. Tra questi una pianta di ulivo, donata dal nuovo Partner Coppini. Proprio su questa pianta il Capitano dell’HBS Colorno Oliviero Fabiani ha appeso il cartellino con il nome della figlia “Olivia”, ultima nata all’interno della famiglia del Rugby Colorno. 

“In occasione della Festa dell’Albero ci ritroviamo qui al centro sportivo del rugby per mettere a dimora nuovi piccoli alberelli — recitano le parole del consigliere comunale Maurizio Segnatelli —. E’ fondamentale oggi piantare alberi per mettere un freno ai cambiamenti climatici”.

“Ringrazio il club Rugby Colorno e tutti i genitori che con la loro partecipazione al progetto Un Albero per la Vita mandano un bel messaggio alle generazioni future, lasciando la propria impronta nel verde. Tra qualche anno questi bimbi torneranno al campo per prendersi cura in prima persona dei loro alberelli, dando seguito alla crescita di questo splendido progetto dedicato alla famiglia e all’ambiente”.