Le società Rugby Colorno 1975Cus Genova Rugby sono liete di annunciare la sottoscrizione della Partnership ufficiale per la stagione 2022/23.

L’accordo tecnico sportivo da un lato permetterà al Rugby Colorno di poter valutare i giovani prospetti del Cus Genova e proporre loro un percorso di formazione presso il club parmense. D’altro canto il Cus Genova Rugby potrà utilizzare i giocatori colornesi in uscita dal settore giovanile per inserirli nella categoria seniores partecipante al campionato di Serie A, permettendo loro di continuare il proprio percorso di crescita sportiva e scolastica, appoggiandosi al contempo all’Università degli Studi di Genova.

“Dopo Bologna abbiamo scelto Genova, due città dotate di un ottimo centro universitario, così da poter proporre ai ragazzi in uscita dal settore giovanile di continuare a giocare a un buon livello e nel contempo proseguire gli studi presso ottime Università”, ha commentato il Direttore Tecnico Biancorosso Stefano Romagnoli.

Il Rugby Colorno inoltre si impegnerà a organizzare incontri tecnici periodici, mirati alla condivisione delle “best practices”, con un programma di sviluppo tecnico dettagliato da perseguire nel tempo.

“Sono particolarmente contento di poter continuare a stringere accordi con club storici del rugby italiano come il Cus Genova. Queste collaborazioni ci daranno la possibilità di continuare a crescere come società e contemporaneamente di fornire la miglior formazione tecnica e scolastica ai nostri giovani”, conclude Romagnoli.

“Lo scopo dell’accordo è quello di creare una sinergia che tenda a elevare il livello tecnico di entrambe le società”, commenta Stefano Bertirotti, responsabile della sezione rugbistica della Polisportiva CUS Genova.

“Da un lato permetteremo ai nostri ragazzi più promettenti di avere una possibilità ai vertici del movimento italiano, mentre il Rugby Colorno potrà allargare la propria base di reclutamento. Inoltre potremo contare su giovani prodotti del vivaio che magari non sono pronti per la Top10 e che potranno fare esperienza dando un grande contributo alla nostra causa in Serie A”, conclude Bertinotti.