Sono sei le biciclette a disposizione dei giocatori e di tutti i tesserati del Club biancorosso; un ulteriore passo verso un progetto di mobilità sostenibile a cui Rugby Colorno sta dedicando anima e cuore.

“Ringraziamo anzitutto il nostro sponsor Sessantallora, che ci ha donato questi bellissimi mezzi e che crede al nostro impegno verso un futuro green e nel nostro percorso ambientale” ci dice Pierangelo Scarioni, responsabile di Metica “Queste biciclette non solo vengono utilizzate dai nostri ragazzi e ragazze per partecipare agli allenamenti, ma sono a disposizione di tutti i tesserati e dipendenti che possono utilizzarle anche per le piccole commissioni, come per esempio andare in posta o dal medico senza usare l’automibile. Vogliamo farle diventare molte di più e lavorare per la creazione di un bike-park che vada anche oltre i tesserati del Club.”

Rugby Colorno e Metica hanno sposato un’idea di ecosostenibilità che si allinea in pieno con l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile:  un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.

“La piattaforma Metica non è nuova a queste iniziative” prosegue Scarioni “già con lo sponsor Autozatti ci siamo dotati di auto ibride da ormai due anni ma siamo intenzionati ad andare avanti: speriamo in un tempo piuttosto breve di poter installare alcune colonnine per la ricarica delle auto elettriche, ci sono dei progetti anche a livello comunale e confidiamo di poter contribuire come Club alla crescita di tutta la comunità”.

Per migliorare e rendere più efficace l’obiettivo di Metica, il Club si sta organizzando per aumentare l’offerta di mobilità sostenibile leggera e sta valutando tutte le possibilità in questa direzione.