Agosto 2015: Alice prende parte all’allenamento delle Furie Rosse ed è l’inizio di una splendida avventura che le ha regalato momenti di crescita in questo sport.

Ai tempi, venticinquenne, non conosceva il rugby femminile ma conosceva bene Lisa del Rio (Furia Rossa fino alla stagione 2015/2016) che l’ha invitata a un allenamento: per Alice è stato amore a prima vista! Cresciuta con Cristian Prestera, ha vinto lo scudetto nella stagione 2017/2018. Dopo tre mesi in Nuova Zelanda, Alice rientra in Italia con un sentimento ancora più positivo: là ha imparato la condivisione vera, quel supporto sano che porta una squadra a vincere le partite.

Per lei il rugby femminile è passione pura, un valore che, per natura, appartiene più alle donne che agli uomini, quela “molla” che spinge le atlete a entrare in campo ogni domenica e ad affrontare gli allenamenti anche nelle serate invernali.

Oggi, per Alice, il movimento deve continuamente evolversi anche se in continua crescita: “In pochi anni il rugby femminile è cambiato” commenta Alice che continua: “le giovani di oggi hanno iniziato a giocare a rugby da bambine e questo ha permesso loro di evolversi fisicamente, mentalmente oltre che atleticamente. Quando ho iniziato eravamo più allo “sbaraglio”.

Alice lascia il campo dopo aver disputato l’ennesima partita contro Il Valsugana, la stessa squadra con cui ha affrontato due finali scudetto. Si considera molto soddisfatta del suo percorso. “Lascio il rugby perchè, dopo tutti questi anni, fatico a gestire il lavoro con gli allenamenti. Ma voglio essere chiara: appendo le scarpette solo come atleta, impossibile resistere a una amichevole. Del rugby amo tutto compreso l’ambiente che ti permette di vivere la sconfitta con il sorriso e a ricominciare più forte di prima. Qui a Colorno ho sempre espresso chiaramente i miei pensieri così come mi è capitato di sostenere le persone che con me hanno affrontato questo percorso. Lascio il rugby giocato senza nessun rimpianto perché sono arrivata esattamente dove volevo arrivare. Ho giocato dando sempre il meglio di me e chiudo con due compagne di scudetto – Giulia Barbieri e Susanna Boledi – e questo mi rende molto orgogliosa. Auguro alle giovani Furie Rosse di divertirsi sempre, sia in campo che in allenamento, partendo sempre da zero, ogni volta”.

“Ho sempre ammirato la forza di volontà di Alice” commenta Ivano Iemmi, Presidente del Rugby Colorno F.C. “perché ha voluto entrare nella squadra delle Furie Rosse in un momento in cui il gruppo era forte e consolidato. Ha lavorato molto per colmare il gap con la squadra; anche i mesi trascorsi in Nuova Zelanda sono stati utili per il suo gioco. A lei il merito di aver trasmesso la sua passione anche alla squadra di rugby Integrato, i Bufali Rossi.”