Gli amanti del poker lo chiamerebbero il weekend dell’all-in quello che aspetta al varco il Rugby Colorno, la mano decisiva in cui si voltano le carte e ci si gioca tutto in un colpo solo. Come metafora forse spaventa un pochino, ma per i biancorossi questa domenica ha un sapore davvero speciale … da un lato significa poter realizzare dei sogni personali, dall’altro potrebbe voler dire chiudere al meglio un enorme cerchio. Ecco spiegato come mai qui al campo, ormai da qualche giorno, si respira un’aria particolare: c’è chi questa attesa la vive col sorriso, chi si agita, chi non tradisce alcuna emozione e chi la vive con grande tensione. E’ lo sport, non c’è nient’altro di simile in tutto il mondo … Ed è bello così.

Domenica saremo tutti chiamati a fare i conti con la storia: giocatori, allenatori, tifosi e dirigenza … nessuno escluso. Comunque vada saremo insieme, uniti, come si fa in una famiglia. Sappiamo bene di non poter perdere questo treno e se lotteremo insieme popolo biancorosso non lo perderemo. Scaliamola questa montagna e regaliamoci un’Estate gloriosa. Facciamolo per noi, facciamolo per sederci attorno a un tavolo tra 10 anni e sorridere ripensando a queste emozioni. Facciamolo per chi ci sostiene e ci appoggia con la propria passione … Facciamolo per il Rugby Colorno.

Sull’HBS Rugby Stadium di Colorno, a partire dalle 16.30, si gioca la semifinale di ritorno del Campionato di Serie A: HBS Colorno vs Unione Rugby Capitolina. Il match è valido per la promozione diretta in Top12, con i Romani che partono col piccolo vantaggio incamerato nel match di andata (20-19, o se preferite 4-1). “Vogliamo reagire”, commenta coach De Marigny, “abbiamo chiesto ai ragazzi il massimo impegno in questa settimana. Vogliamo che si fidino del nostro gioco e di quello che abbiamo fatto fino ad oggi, che si divertano e trasformino tutta la pressione in grinta”.

In quel di Siena va invece in scena l’ultimo episodio del barrage a 3 che vede coinvolta la nostra U18, la sfida delle 13.30 contro gli FTGI Ghibellini. In virtù dei precedenti incontri basta fare un punto ai ragazzi di Samuele Pace e Flavio Tripodi per poter approdare in finale, impresa non impossibile ma mai scontata. “Abbiamo lavorato bene questa settimana”, commenta coach Pace, “ho fiducia nei ragazzi e sono sicuro che non usciranno dal campo senza prima avermi dato tutto. Andarci a giocare la finalissima per salire in Elite sarebbe un sogno … per ora profilo basso e pedalare”.

MAIN SPONSOR