Sono ripartiti a pieno regime i lavori del ColORTO, l’orto sociale del Rugby Colorno che rientra tra le iniziative “Green” del progetto ecosostenibile M|ETICA.

Dopo una prima fase di zappatura e preparazione del terreno, questa mattina gli atleti della prima squadra dell’HBS Colorno, guidati dal responsabile del progetto Pierangelo Scarioni, si sono adoperati per fertilizzare il terreno, installare i tubi dell’impianto di irrigazione e stendere i teli per la pacciamatura anti erbacce.  

Lungo gli 800mq di terreno di strada Argine Galasso sono stati piantumati aglio, cipolle e insalata. Prevista per settimana prossima la piantumazione di zucchine, pomodori, basilico, melanzane, zucche, peperoni e peperoncino, tutti prodotti coltivati a km zero che riforniranno la Club House “Al Travacon” di ortaggi sempre freschi. 

Tra i sostenitori del progetto ColORTO, impegnati sul campo in prima linea, il Consigliere Comunale con delega al Verde Maurizio Segnatelli e gli esperti Flavio Dall’Aglio e Gianni Zantelli. A supporto, a rotazione, le mani di giocatori e allenatori delle seniores Biancorosse. 

“Rispetto all’anno scorso, che è stato l’anno zero del progetto, quest’anno il Colorto subirà un’evoluzione delle tecniche e degli strumenti impiegati. Ci auguriamo che il raccolto sia redditizio e ringrazio tutta la forza lavoro che ci aiuta a portare avanti il progetto, in nome del principio l’unione fa la forza”, ha dichiarato Matilde Tedeschi, responsabile della sezione “ambiente” di METICA. 

Un ringraziamento speciale va ai partner di ColORTO “Vivaio Ravasini” e “Agrifutura”, indispensabili nella fornitura sia di attrezzi che di materie prime per il nostro orto.