E’ stato proprio il Rugby Colorno ad ospitare la prima tappa del Tour “La Bellezza della Forza”, Inside-Outside che ha visto insieme Silvia Salis, Vice Presidentessa Vicario CONI, ed Erika Morri, coordinatrice di Wo*men’s Land of Freedom, Associazione che ha dato voce a rugbiste di tutti i continenti, capaci di sfidare cultura e stereotipi per vivere la loro passione.

Per l’occasione sono state presentate anche le Borse di Studio Filippo Cantoni” per l’anno scolastico 2021/2022, finalizzate a ricordare Filippo guardando ai giovani e al loro futuro.


E’ andata in scena domenica 3 aprile presso l’Aranciaia di Colorno la prima tappa del Tour “La Bellezza della Forza”: un viaggio che comincia inside grazie a “Stella”, la protagonista del libro di Silvia Salis “La Bambina Più Forte del Mondo”, per arrivare all’outside raccontando storie di rugbiste di tutti i continenti, che indipendentemente dalla cultura di appartenenza, hanno trovato ed espresso la propria forza, creando piccoli e grandi mutamenti in se stesse e nelle proprie comunità.

L’evento è stato coordinato da Elisabetta Invernici, giornalista, che ha saputo cogliere le emozioni più intime dei relatori facendo emergere Bellezza e Forza. Lo sport come “campo di allenamento”, di consapevolezza, di confronto con se stessi e con gli altri. E ancora, lo sport per lanciare una riflessione sui canoni di bellezza distorti che creano problematiche psicologiche ad adolescenti che non si vedono in linea con le canoniche immagini di «perfezione».

E ancora, con semplicità e armonia, è emersa la necessità della parità di genere che il mondo dello sport sa donare a chi lo vive esattamente con i valori che lo sport insegna: Silvia Salis, che attraverso Stella, racconta la sua volontà e determinazione di diventare atleta e di scegliere la disciplina del lancio del martello, malgrado i “no” del mondo esterno. La sua forza, ricevuta anche dal sostegno della famiglia e da un amico, e la sua determinazione, l’hanno portata a realizzare il suo sogno.

Con lei anche la testimonianza di Silvia Turani, Prima Linea delle Furie Rosse, squadra femminile del Rugby Colorno che, grazie a questo sport e ai suoi valori, ha saputo trovare la forza per vincere problemi di disturbi alimentari, andando oltre un suo limite fino ad arrivare a vincere sia in campo che fuori, diventando una donna consapevole.

Anche Sara Fantini, atleta CONI Lancio del Martello, che ha raccontato come, nel momento in cui ha deciso di intraprendere questa disciplina, tutti le hanno sconsigliato di perseguire il suo sogno, perché il suo fisico avrebbe subito un forte cambiamento. Sara oggi è una ragazza normalissima, molto bella e determinata, che ha saputo andare contro tutti grazie al supporto di chi ha voluto credere nelle sue potenzialità.

Sono poi arrivate le testimonianze di donne rugbiste del mondo, presentate da Erika Morri, ex rugbista, founder di WO*MEN’S RUGBY OF FREEDOM. Donne che hanno saputo vivere questo sport contro ogni barriera. Tra loro anche Deborah Griffin, presente in sala e rappresentante UK per Rugby World, che nel 1991 ha organizzato la Coppa del Mondo di Rugby Femminile. Con lei molte riflessioni sul Movimento Femminile Rugbistico e di come deve ancora crescere nel mondo per trovare lo spazio che le atlete di oggi meritano.

“Bellezza e Forza” insieme sono l’impegno della Famiglia Cantoni e di Sostegno Ovale Onlus che, attraverso le Borse di Studio Filippo Cantoni, vogliono ricordare le passioni di Filippo – studio e sport – e farsi forza nell’andare oltre il dolore, riconoscendo giovani meritevoli. Quest’anno le borse di studio saranno due: la BdS “Filippo Cantoni”, dedicata ai ragazzi U18 e assegnata alle/ai rugbiste/i che si sono distinte/i per l’eccellenza a scuola e nello sport, oltre che per un vero altruismo nella vita di tutti i giorni. E la BdS “Filippo Cantoni 10 e lode”, riservata ai maturandi delle scuole superiori della Provincia di Parma, distintisi per profitto scolastico, oltre allo sport e all’attività sociale e di volontariato.

Molto sentita la partecipazione di Maxime Mbanda, Testimonial di Sostegno Ovale, che ha sottolineato come sia importante per un giovane, durante l’adolescenza, sentirsi supportato sia nello studio che nello sport.

Presenti all’evento Marco Bosi, Vice Sindaco del Comune di Parma e Stefano Manuto, delegato allo sport per il Comune di Parma. Con loro, Ivano Zambelli, Assessore allo Sport Comune di Colorno.

A chiudere l’evento la consegna, da parte del pittore Vittorio Ferrarini, di uno splendido quadro rappresentante la mischia, alla squadra delle Furie Rosse.