CELEBRATA A LUME DI CANDELA LA CENA DEGLI SPONSOR RUGBY COLORNO

Il Rugby Colorno ha celebrato, come di consueto, l’annuale cena dedicata ai propri Sponsor, scegliendo ancora una volta il ristorante “Al Vedel” come sede dell’evento. Un evento reso davvero speciale dai temi affrontati nell’arco della serata, riassunti nell’acronimo L.E.D.: Luce-Energia-Donna.

Proprio su questi tre concetti, punti fermi del progetto Metica e delle iniziative ecosostenibili ad esso legate, il club biancorosso ha deciso di incentrare la splendida cena a lume di candela, invitando i presenti, in un chiaro periodo di crisi energetica, alla consapevolezza e al risparmio.

Le portate sono state accompagnate dagli interventi di alcune ospiti speciali, tutte donne, a testimoniare l’impegno costante del Rugby Colorno nella lotta contro la violenza di genere. Chiamata sotto i riflettori dal presentatore Manuel Piazza, per l’occasione vestito dalla Sartoria Napoletana di Enrico Manzo, ha aperto le danze la Campionessa paralimpica di nuoto Giulia Ghiretti, oro nei 100m rana: “Sono entusiasta di portare qui la mia testimonianza di donna che non ha smesso di lottare. Dopo l’incidente ho dovuto ricostruire la mia vita praticamente da zero ma non mi sono persa d’animo e, grazie alle fantastiche persone che mi sono rimaste vicino, ho raggiunto traguardi che non avrei mai pensato. Ringrazio il Rugby Colorno per avermi scelta come testimonial della serata, sono orgogliosa di condividere tante delle loro idee”.

E’ stata poi la volta della chef stellata Isabella Poti, co-fondatrice insieme al marito Floriano Pellegrino del brand “Pellegrino Brothers”, eccellenza del Salento in svariati ambiti oltre a quello culinario, tra cui anche quello rugbistico. La giovanissima presidentessa del Bros Rugby Club ha raccontato la sua esperienza da imprenditrice, illuminando la sala col suo grande carisma: “Siamo partiti da un’idea innovativa, puntando forte sui giovani e sull’inclusione nel tentativo di ricreare un mondo in miniatura in quel di Lecce. I cuochi dei nostri ristoranti sono per la stragrande maggioranza stranieri e cerchiamo quotidianamente di valorizzare quei progetti che guardano al futuro. Come ripeto sempre, actions speak louder than words!”

A seguire hanno preso parola, fresche fresche di Mondiale in Nuova Zelanda, le 4 Furie Rosse Sofia Rolfi, Isabella Locatelli, Giada Franco e la colornese Veronica Madia, introdotte dal loro Head Coach Plinio Sciamanna, presente Whangarei nelle vesti di Assistant Coach: “E’ stata un’esperienza fantastica e le ragazze si sono dimostrate decisamente all’altezza”, ha esordito Sciamanna. “Sentirsi per una volta delle vere professioniste ci ha ripagato di tutti i sacrifici che facciamo quotidianamente per lo sport che amiamo. Eravamo trattate come delle star”, hanno proseguito entusiaste le ragazze.

In chiusura di serata, tra il secondo e il dolce, il Rugby Colorno ha regalato ai presenti una divertente sorpresa, lasciando la scena alla comica internazionale Laura Formenti. Una mezzora di risate per salutare chi, in un modo o nell’altro, ha deciso di sposare la causa colornese, condividendo progetti e iniziative del club di Via Pertini.

I ringraziamenti di rito da parte del Presidente Stefano Cantoni sono andati innanzitutto agli ospiti della serata, poi ad Antica Cantina Parmigiana e Tenimenti Civa, fornitori dei vini, e infine ad Antica Cereria Serventi, che ci ha tenuto a regalare a tutti gli ospiti una candela in cera “fatta in casa”.

Tra strette di mano e saluti, il Rugby Colorno ha poi augurato a tutti un buon proseguimento di stagione, congedandosi con un in bocca al lupo a Cristina Quintini, co-organizzatrice della serata costretta in ospedale a causa di un brutto incidente.