Trasferta amara per la squadra Cadetta biancorossa, superata 25-21 dal Faenza Rugby in una partita che non ha visto la squadra di Riaan Mey brillare come nelle ultime uscite. Un vero peccato, trattandosi della prima e unica chiamata per inseguire il sogno promozione, rimandato alla prossima stagione. I Barbari del Po continueranno a giocare nell’arco della stagione, senza tuttavia poter aspirare a nessun traguardo se non a quello di continuare a migliorarsi.

Il match contro Faenza era iniziato positivamente, con la meta di Matteo Orsi al sesto minuto, subito trasformata da Cristian Pacchiani per il provvisorio 0-7. Dopo un calcio piazzato per riportarsi sotto nel punteggio, sul finire di un primo tempo fortemente condizionato dall’espulsione del tallonatore colornese Stefano Godoleshi, i padroni di casa hanno messo la freccia, passando a condurre per 8-7. Con un uomo in meno, i ragazzi di Riaan Mey si sono trovati a dover subire due mete consecutive degli avversari, alle quali si andava ad aggiungere la terza a seguito dell’ammonizione di Daniele Almagno. Sotto 25-7 a dieci minuti dalla fine, i Barbari hanno avuto una grande reazione di orgoglio, marcando due mete con Giovambattista Rossi e Martin Granieri, tardive per provare a ribaltare il 25-21 finale.

Da sottolineare l’ottima prestazione dei due ragazzi inseriti nel roster della Top10 Martin Granieri e Mattia Zecchini, quest’ultimo impiegato come pilone.

“Sono deluso della prestazione della squadra, non tanto per la sconfitta ma perché ci eravamo allenati molto bene in settimana”, ha commentato l’Head Caoch Riaan Mey. “Non siamo riusciti a portare in campo lo stesso atteggiamento positivo e propositivo, ci sono mancate quella grinta e quella concentrazione che ci avrebbero permesso di ridurre i nostri errori e sfruttare meglio quelli dei nostri avversari. Abbiamo peccato anche di indisciplina, giocando tutto il secondo tempo con un uomo in meno e 10 minuti addirittura in 13 contro 15. Peccato, rimbocchiamoci le maniche e cerchiamo di sfruttare le partite che ci restano per migliorare”.

MAIN SPONSOR