Roma, Campo dell’Unione – Domenica 26 maggio 2019

Seria A, Semifinale di andata

U.R. Capitolina v HBS Colorno 20 – 19 (10 – 5)

Marcatori: 8’ m. Lucchin (0-5), 12’ cp. Romano (3-5), 27’ m. Colitti tr. Mazzi (10-5) st. 4’ m. Trapasso tr. Mazzi (17-5), 19’ m. Afamasaga tr. Cozzi (17-12), 34’ m. Da Lisca tr. Cozzi (17-19), 40’ cp. Romano (20-19).

U.R. Capitolina: Romano, Iacolucci (62’ Marini), Masetti (73’ Bonini), Colitti, Mastrangelo, Mazzi, Vannini (69’ Crivellone), Cerqua (61’ Budini), Zandri, Trapasso, Belcastro (62’ Manozzi), Franco, Herrera (58’ Montagna), Rampa (61’ Polioni), Berardi (61’ Orabona)

All.: Ianni, Pompili

HBS Colorno: Magri, Castagnoli, Terzi, Silva (45′ Afamasaga), Piccioli, Cozzi (55′ Boccarossa), Lucchin, Del Nevo, Pop, Sarto, Rossi, Da Lisca, Alvarado (75′ Fiume), Goegan (65′ Buondonno), Datola (50′ Singh)

A disposizione: Perrone, Aloè, Papa

All.: Prestera, De Marigny

Cartellini: nessuno

Calciatori: Mazzi (U.R. Capitolina) 2/3; Romano (U.R. Capitolina) 2/2; Cozzi (HBS Colorno) 1/2; Magri (HBS Colorno) 1/1.

Note: pioggia battente, campo in pessime condizioni, spettatori 700. 

Punti conquistati in classifica: U.R. Capitolina 4; HBS Colorno 1

Arbitro: Schipani (BN)

AA1: Riccardi; AA2: Chirnoaga

Commento: Su un campo in condizioni disastrose, reso pesantissimo da una pioggia incessante, va in scena un match tiratissimo e del tutto degno di una semifinale di Serie A. Partono forte i biancorossi, che si portano subito in vantaggio con la meta di Lucchin, il quale raccoglie palla da un raggruppamento e la schiaccia oltre la linea di meta. Per i primi 15 minuti non sembra esserci storia, poi qualcosa improvvisamente cambia: la Capitolina sale di colpi e, trascinata dal suo spettacolare pubblico, ribalta punteggio e inerzia del match, allungando fino al 17-5. Sarto e compagni sono alle corde, ma i cambi restituiscono freschezza all’armata colornese, che metro dopo metro risale il campo e torna avanti 17-19 a pochi minuti dalla fine. Sarà un piazzato di Romano, arrivato a tempo scaduto, a fissare il risultato finale sul 20-19.

“Avevamo preparato la partita consapevoli che a casa loro avremmo dovuto sudarci ogni punto”, commenta il capitano dell’HBS Jacopo Sarto, “sono una squadra giovane che non ha nulla da perdere e lotta su ogni pallone come se fosse l’ultimo. Dal canto nostro noi abbiamo peccato di incostanza, facendo fatica ad imporre il nostro gioco e a gestire alcuni momenti critici della gara … Domenica prossima ci giocheremo a tutti gli effetti una finale e la prepareremo come tale. Abbiamo preso atto di che cosa possono offrirci, ora facciamogli vedere di che cosa siamo capaci noi”.

“Per chiudere vorrei spendere due parole sui nostri tifosi, che sotto l’acqua si sono fatti 1000 km per venirci a sostenere … siete stati meravigliosi. Mi aspetto una bolgia qui a Colorno domenica”.

Man of the match: Romano (U.R. Capitolina)


Valsugana, Campo 1 – Domenica 19 maggio 2019
Serie A Femminile, Semifinale
Valsugana v Rugby Colorno F.C. 19-5 (14-0)
Marcatori: p.t. 5’ m. Ruzza tr. Rigoni (7-0); 31′ m. Valsugana tr. Rigoni (14-0) s.t. 47’ m. Fontanella (14-5); 68’ m. Valsugana (19-5)
Valsugana R. Padova: Stefan; Vitadello, Ostuni Minuzzi, Folli, Andreaggi, Rigoni, Zatti, Giordano (c), Veronese, Belluco, Stoppa, Ruzza, Gai, Cerato, Galiazzo
Rugby Colorno F.C.: Fontanella (48′ Barbieri); Verini, Sillari (66′ Merlo), Bonaldo (70′ Galavotti); Ranuccini (70′ Serio); Madia (c), Violi; Franco; Sgorbini, Boledi (59′ Sberna); Tounesi, Liguori (48′ Appiani); Di Masi (39′ Campanini), Turani, Giacomoli (62′ Casolin)
 
Calciatori: Rigoni (Valsugana R. Padova) 2/3;Sillari (Rugby Colorno F.C.) 0/2
Accede alla finale: Valsugana R. Padova
Commento: Partita dura e combattuta fino all’ultimo quella che va in scena a Padova, con le Valsugirls che si impongono 19-5 sulle Furie Rosse e raggiungono Villorba in finale. Le padrone di casa la vincono con la testa e con tanta concentrazione, sfruttando al meglio gli errori delle biancorosse e riuscendo a scucirgli lo scudetto dal petto.“Le ragazze sono scese in campo con la testa giusta, grintose e ben focalizzate sul piano partita”, commenta l’head coach Nicola Liguori, “purtroppo loro hanno sfruttato bene i nostri errori per punirci e passare al contrattacco, gestendo bene la partita e le varie zone del campo”. “Rimango molto orgoglioso di questo gruppo e del cammino fatto insieme fin qui. Peccato non aver chiuso con la ciliegina sulla torta”.

MAIN SPONSOR